KEMITAL S.r.l.

Ti trovi in: Home » Trattamento Acque » Conduttivimetri

Conduttivimetri

Controllori con sonde toroidali

I conduttivimetri con sonde toroidali (induzione) WEC e WDEC sono analizzatori di processo che effettuano la misura della conducibilità con sonde ad induzione. Tali sonde, non risentendo di fenomeni di sporcamento, consentono il loro impiego in situazioni molto gravose, quali alto contenuto di solidi disciolti e/o sospesi.

Le caratteristiche principali dei controllori WEC / WDEC sono:

  • unità di misura selezionabile (mS, mS, ppm 0%, concentrazione);
  • scala di misura da 50 mS a 1000 mS;
  • elettrodi di misura ad induzione peek o CPVC;
  • due modalità di controllo: ON/OFF o controllo proporzionale su ciclo di tempi;
  • uscite analogiche 4-20 mA (opzionali);
  • autodiagnostica;
  • approvazioni UL / CSA / CE;
  • calibrazione a più punti, fino a 5 punti;
  • protezione delle impostazioni con codice di accesso;
  • possibilità di aggiornamento del software interno;
  • "data logger" incorporato, con memorizzazione sia dei valori analitici, sia di segnali digitali (opzionale).
  • 

Controllori per circuiti di raffreddamento

Per le torri di raffreddamento sono stati sviluppati dei controllori specifici che possono assolvere diverse funzioni:

  • WCT 400 - effettua il controllo della conducibilità dell'acqua di torre, comandando in automatico una valvola di spurgo e consente il dosaggio in automatico di uno o più additivi.

La modalità di dosaggio è selezionabile tra quattro differenti opzioni:

  • "feed & bleed simultaneously" (spurgo e dosaggio simultanei);
  • "feed after bleed" (dosaggio che avviene alla fine di un ciclo di spurgo, per una durata pari ad una percentuale impostabile del tempo di spurgo);
  • dosaggio indipendente, basato su un ciclo di tempo;
  • dosaggio proporzionale alla portata dell'acqua reintegrata.
  
  • WCT 410 - aggiunge alle caratteristiche del WCT 400 la possibilità di controllo del dosaggio di due biocidi.

Controllore per circuiti di raffreddamento

Tale dosaggio prevede differenti opzioni:

  • cicli di temporizzazione di 1, 7, 14, 28 giorni;
  • fino a 10 additivazioni al giorno (ciclo di 1 giorno);dosaggio indipendente, basato su un ciclo di tempo;
  • dosaggio indipendente dei due biocidi;
  • prediluizione del circuito e chiusura dello spurgo durante l'immissione dei biocidi.

  • WDT 400 - è uno strumento simile al WCT 400, ma con la capacità di gestire simultaneamente il controllo della conducibilità ed il dosaggio di un additivo su due indipendenti circuiti di raffreddamento.

  • WDT 410 - consente, per una torre di raffreddamento, il controllo di conducibilità e pH o, in alternativa, conducibilità e ORP. Consente inoltre il dosaggio di due biocidi con le stesse modalità del WCT 410.

  • WECT 400 e WEDT 400 - completano la famiglia dei controllori per circuiti di raffreddamento e sono simili ai controllori WCT 400 e WDT 400, ma impiegano sonde toroidali.

Caratteristiche comuni per tutti i controllori dei circuiti di raffreddamento sono:

  • uscite analogiche 4-20 mA (opzionali);
  • autodiagnostica;
  • approvazioni UL / CSA / CE;
  • calibrazione a più punti;
  • protezione delle impostazioni con codice di accesso;
  • possibilità di aggiornamento del software interno;
  • "data logger" incorporato, con memorizzazione sia dei valori analitici, sia dei segnali digitali (opzionale).

Controllori per caldaie

Questa serie di controllori è composta da cinque differenti conduttivimetri, progettati in modo specifico per applicazioni su caldaie e dotati di particolari sonde di misura, in grado di effettuare la lettura della conducibilità fino a 200°C e 17,5 Bar di pressione, senza che sia necessario alcun raffreddamento del campione da analizzare.

La gamma comprende i seguenti strumenti:

  • WBL400 - controllo della conducibilità di una caldaia e dosaggio di un inibitore;
  • WDC 400 - controllo di due linee di recupero condensato;
  • WBL 410 - controllo della conducibilità di una caldaia e dosaggio multiplo di inibitori (fino a quattro);
  • WCM 400 - controllo del recupero di condensato;
  • WDB 400 - controllo simultaneo ed indipendente di due caldaie.

Caratteristiche comuni per tutti i controllori per caldaie sono:

  • uscite analogiche 4-20 mA (opzionali);
  • autodiagnostica;
  • approvazioni UL / CSA / CE;
  • calibrazione a più punti;
  • protezione delle impostazioni con codice di accesso;
  • possibilità di aggiornamento del software interno;
  • "data logger" incorporato, con memorizzazione sia dei valori analitici, sia dei segnali digitali (opzionale).
Chiedi informazioni Stampa la pagina